sabato 17 novembre 2007

El Alamein - Novembre 2007

...Vorrei iniziare col dedicare ai nostri caduti un mio pensiero,che è maturato in questa mia visita nei luoghi aspri di combattimento del teatro della battaglia di El Alamein,non è difficile in zone tipo Himeimat sentire riecheggiare il grido FOLGORE!!! Onore a tutti i caduti di tutte le nazionalità...
..............................................................................................
Tutto è iniziato a Settembre,quando il buon amico e collega Luigi,Mustafà per gli amici,sfogliando un album di fotografie dell'ultimo viaggio fatto ad El Alamein,è riuscito a "stregarmi" e di conseguenza a coinvolgermi nel viaggio successivo programmato per i primi di Novembre,non finirò mai di ringraziarlo per avermi coinvolto in questo viaggio ed ho iniziato a contare i giorni...
Martedì 6 Novembre,viaggio in auto Prato-Malpensa con due compagni di avventura,Pippo e Senio,arrivo a Malpensa con discreto ritardo e subito rimproverati! Imbarco sul volo Egypt Air arrivo al Cairo in serata,alloggiamento in Hotel e pianificazione del tour...




Mercoledì 7 mattina alla buon ora partenza direzione El Alamein...












Prima sosta a Qarat el Abd,conosciuto anche come l'Ospedale,perchè tale fù durante il periodo bellico.All'interno sono visibili ricoveri,camminamenti e pozzi di sfiato ancora in perfetto stato di conservazione,fù perimetrato dopo la fine della guerra e usato come centro di raccolta per ordigni di tutti i tipi recuperati nell'area...























Mine!!!!










Ops...









Filippo nel "Paese dei Balocchi"...











Fauna locale...












Campo e pernottamento.












Giovedì 8,partenza da Qaret el Abd...






Prima sosta a Deir Alinda...


















Postazioni...






Arrivo a Qaret el Himeimat...



















Si allestisce il campo...






Ci si prepara al pernottamento...










Partenza direzione Rala...






Postazioni...






Ancora postazioni nel deserto....

Lastra di caricamento per munizioni mitragliatrice Breda...





Ripartenza direzione Munassib...



































Rientro a El Alamein per due pernottamenti a Marina,la mattina successiva visita ai Sacrari...



















Visita al Sacrario Italiano...































Quota 33...

















Visita al Sacrario Tedesco...























Visita al momumento del Capitano H.J. Marseille asso della Luftwaffe caduto nei pressi di El Alamein...




Frammenti del viaggio...























...Vorrei concludere questo reportage menzionando tutti gli altri componenti e compagni di viaggio,dal prorompente e vulcanico Filippo compagno di tenda,al Ing.Asp.Predone Enrico,ai "Folgorati" Luca & Simone,a Marco "il giornalista",a Senio "pozzo d'esperienza" fino ad arrivare a Mariusz contatto locale,ai due beduini Gamal e Gomoa ( non parlava mai,presumo si chiamasse così )autisti e chef di provata esperienza... per concludere con Stefano,instancabile e molto paziente,determinante per la buona riuscita di questa splendida ed indimenticabile avventura che abbiamo vissuto nel deserto.
A tutti,un arrivederci di nuovo nelle dune di El Alamein,ce lo siamo promessi una sera nel deserto davanti ad un fuoco...
Alessandro Targetti







11 commenti:

Marco ha detto...

MAMMA MIA CHE VIAGGIO INCANTEVOLE!!!
Complimenti Alessandro per il reportage!!! Spero tanto, un giorno, di intraprendere un viaggio come questo!!
* ONORE ai CADUTI *

Anonimo ha detto...

Meraviglia!!!
Grazie Alessandro....è stato come sentire l'emozione e vivere le sensazioni di quei posti mitici!
Giuseppe (Viterbo)

Anonimo ha detto...

Ciao Alex,ho nella scala delle mie priorità un viaggio tipo quello che hai appena fatto tu,ho sentito dire che però le autorità locali non rilasciano più autorizzazioni per questo tipo di escursioni,ho degli amici a cui in ottobre non è stato consentito neppure di vedere il monumento a Marseille che si trova a pochissi km da El Alamein.
Voi come avete fatto per ottenere questi permessi?
Folgore!!!
Enzo (RM)

Alessandro Targetti ha detto...

Ciao Enzo,
quello dei permessi di accesso è una questione abbastanza spinosa e complessa,nel caso nostro è andato tutto bene grazie al lavoro ben svolto da parte di chi ha organizzato il viaggio,ed ho potuto constatare personalmente che non è stato così semplice...Tra l'altro siamo stati testimoni di un dietrofront imposto ad un'altra comitiva di turisti che probabilmente non erano a posto con i permessi.

Alessandro

Anonimo ha detto...

Stupendo!!! per ragazzi giovani come me e come ripercorrere la storia a colori quello che fa sentire tanti ragazzi distacatti e non interessati e solamente colpa forse del bianco e nero delle foto e dei documenti che crea come una bariera fra i giorni nostri e il passato, invece è ancora molto vicino e questo mi fa sempre molto riflettere.....

Anonimo ha detto...

super ale t sarai divertito 1 mondo a passeggiare mano nella mano con 1 mina.ottimo direi.6 sempre il migliore.
matteo(prato)

Anonimo ha detto...

Ciao Alessandro,
complimenti per il viaggio e grazie per il bel reportage che stai condividendo sul tuo sito.
Ti consiglio di cambiare la didascalia della foto 11 da "Filippo nel Paese dei balocchi" a "Filippo nel paese delle meraviglie",mi sembra più appropriata.
Saluti da Luca (Genova)

Anonimo ha detto...

Salve a tutti,
sono il "Filippo nel paese delle
meraviglie" nonchè compagno di tenda di Alessandro. Non ci sono parole per descrivere le emozioni che abbiamo provato e non c'è foto che renda giustizia alla bellezza ed alla sacralità che gli scenari hanno! Pur cercando e razzolando non abbiamo mai smesso di pensare ai soldati che hanno combattuto, ai loro disagi ed alle sofferenze le quali, in confronto alle nostre, erano immani.
Per un viaggio del genere occorre
spirito di adattamento, fortuna ma
soprattutto testa sulle spalle e vi posso assicurare che queste doti servono eccome; in cambio sarete segnati in modo indelebile da questo angolo di mondo e se sarete fortunati non ne resterete
dipendenti. Oggi ho incontrato Alessandro a pranzo ed abbiamo parlato del prossimo viaggio......
Filippo

riccardo ha detto...

complimenti vivissimi per questo fantastico viaggio!!! sapete dove posso appoggiarmi per organizzare un tour del genere(abito a Torino)dall' Italia? grazie

Alessandro Targetti ha detto...

Ciao Riccardo,
se guardi bene sul mio blog,ci sono altri post su questo viaggio e quello successivo fatto nel febbraio 2008,troverai le informazioni e recapiti telefonici degli organizzatori di questo tour.
Alessandro

Anonimo ha detto...

scusa ma non avevo visitato il resto del blog...ciao
Riccardo